Walls - OAS in Jerusalem and Bethlehem - Fabio bix
24899
arte-template-default,single,single-arte,postid-24899,ajax_fade,page_not_loaded,,select-theme-ver-4.7,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive

Arte / Walls – OAS in Jerusalem and Bethlehem

Walls – OAS in Jerusalem and Bethlehem

Omnia Alia Sunt – ossia “ogni cosa è qualcos’altro” è un progetto che ha, nella fotografia, la sintesi di un processo artistico intuibile nel video. Giocando a regola d’arte, realizzo delle statue con fazzoletti di carta, in pochi secondi, veicolando il caso. Ne conseguono ritratti paesaggistici in cui le “statue” si inseriscono con fattezze reali. Il tema della finzione – in questi tempi di fake news – è solo uno di quelli contenuti. E’ un progetto che omaggia il Classico con una modalità molto contemporanea. Descrive l’effimero. E’ street art. E molto altro.
Trattando i temi “delle verità”, non potevo non recarmi a Gerusalemme, terra dove nacquero le 3 religioni monoteiste che condizionano una buona fetta di mondo; e terra del conflitto israelo-palestinese, intricatissimo, incancrenito.

Il video è stato realizzato da Giovanni del Bianco. Il secondo brano è stato realizzato appositamente da Emiliano Milanesi